Amami, di Asianne Merisi

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Amami, di Asianne Merisi

Amami

Amami,
in respiri giovani e tenui aliti.
Amami,
in questa notte che sembra estranea ,
ora che nessuna creatura del mondo potrà bussare.
Amami,
quando il cuore è freddo e la luna è distante,
il giorno che si confonde tra i colori, annullando il buio della notte.
Amami,
in questa mia mente pazza,
dove ogni impulso gioca con il corpo e il cuore,
e le emozioni fanno i ghirigori sulle nuvole.
Amami,
quando impaurita mi sento sola e la vita
mi sembra di pietra dura,
quando arrabbiata punto le armi sulle delusioni,
e sparo alle ipocrisie che mi circondano.
Amami,
quando il mio passo è insicuro e la terra sotto i miei piedi è instabile,
quando un viandante stanco, cercherà rifugio nei miei pensieri e lascerà un tramonto insanguinato.
Amami,
e mostrami il vedere e il sentire
che non tutti possono avere,
donami l’insana pace.
Io…

View original post 138 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...